Associazione Pubblica Assistenza Pescia


Vai ai contenuti

Storia

Associazione

Quando nel 1890 arrivò a Pescia Enrico Malatesta- anarchico di gran nome - era finita l'estate; un'estate calda, ma breve; Malatesta era stato invitato dalla potente lega dei Cappellai che già aveva organizzato a Pescia la Società operaia di Mutuo Soccorso. L'adunanza di quei lavoratori avvenne in una stamberga di Via del Giuggiolo: l'anarchico raccontò dell'opera svolta dalle squadre volontarie di lavoratori in occasione dell'epidemia di colera scoppiata a Napoli qualche mese prima e della necessità, disse, che la classe lavoratrice si mettesse a svolgere anche un'azione di assistenza pubblica oltre che di soccorso.

La Società di P.A. vera e propria nacque il 12 agosto 1892, nella palestra della Ginnastica Pesciatina.La gente del popolo - il popolo minuto guidato da una classe operaia che comincia ad essere matura per la guida democratica della società cittadina - si rimbocca come si dice le maniche, raccoglie le « palanche », apre sottoscrizioni e organizza le squadre dei militi volontari al comando delle quali chiama il cav. Giovanni Pucci, sarto ex garibaldino, eletto all'unanimità « Comandante». La Pubblica Assistenza ha sempre mantenuto fede in ogni momento ed epoca, allo spirito di cui è animata sin dal suo sorgere: uno spirito fortemente commisto di pietà e di vigore, di amore e fratellanza umana come sempre.


ultimo aggiornamento 12 AGOSTO 2009

Torna ai contenuti | Torna al menu